Lavori all’estero per i giovani

Lavori all’estero

portale giovaniIl Portale dei Giovani
Il Portale dei Giovani è un punto di accesso all’informazione dedicata ai giovani sulle opportunità di mobilità educativa transnazionale e ha l’obiettivo di favorire la partecipazione giovanile a progetti/iniziative di mobilità e lavori all’estero.
E’ realizzato dalla rete di informazione comunitaria Eurodesk, la struttura del programma comunitario Erasmus+ dedicata all’informazione, alla promozione e all’orientamento sui programmi in favore dei giovani promossi dall’Unione europea e dal Consiglio d’Europa.
La “Opportunità” contenute nel Portale dei Giovani, vengono pubblicate in parte dalla Redazione del Portale, in parte dai Punti Locali della Rete Eurodesk e in parte dagli enti/organizzazioni/associazioni iscritti al Portale che promuovono i propri progetti.

Come utilizzare il portale:
– Se sei un utente singolo, registrandoti al sito puoi accedere al back office del sito per tenere traccia di ciò che consulti, salvando le opportunità e le guide più interessanti tra i preferiti. Inoltre, tramite la Home Page del sito hai la possibilità di iscriverti alla newsletter mensile, che raggruppa una selezione di opportunità di mobilità internazionale rivolte ai giovani di prossima scadenza.

– Se sei un Ente/organizzazione/associazione, registrandoti al sito, puoi accedere al back office del sito per inserire e quindi promuovere i tuoi eventi e/o le opportunità rivolte ai giovani nel settore della mobilità educativa transnazionale del tuo ente/organizzazione/associazione. La pubblicazione avverrà previa verifica dei contenuti da parte della redazione del Portale dei Giovani.

– Se sei un servizio di informazione giovanile, registrandoti al sito puoi segnalare il tuo servizio e renderlo visibile ai potenziali utenti sulla mappa dei Punti di Informazione italiani presente sul Portale.

Sul sito puoi trovare alla voce lavoro molte possibilità di fare tirocini, trovare lavoro stagionale, lavoro alla pari, progetti di cooperazione internazionale e insegnare all’estero.
Alla voce studiare puoi trovare come apprendere le lingue, avere borse di studio, conoscere il mondo della scuola e dell’università a livello internazionale, il post università…
Alla voce volontariato puoi trovare come fare servizio volontario europeo, far parte del corspo europeo di solidarietà, campi di volontariato, volontariato internazionale e servizio civile nazionale.
Alla voce Erasmus+ puoi trovare tutto quello che riguarda il progetto Erasmus.
Alla voce viaggiare puoi trovare l’alloggio nei vari paesi all’estero, trasporti, informazioni pratiche sui viaggi ed Eventi vari.
Infine per ultima non meno importante alla voce partecipazione puoi andare nei campi estivi, concorsi e premi, avere opportunità di formazione, seminari e visite di studio.
Il portale è fatto veramente bene ed è molto aggiornato.

fondo sociale europeoFondo sociale europeo per lavori all’estero
L’Italia sta utilizzando i finanziamenti dell’FSE per incrementare le opportunità lavorative (in particolare per i giovani), aiutare i gruppi svantaggiati, affinare le competenze della forza lavoro, potenziare i sistemi nazionali di istruzione e formazione e migliorare le capacità amministrative.

L’FSE sostiene l’occupazione in Italia e in tutta Europa, aiutando le persone a trovare posti di lavoro migliori e garantendo opportunità professionali e standard di vita più equi a tutti i cittadini dell’UE. Per farlo, sta investendo nel capitale umano europeo, ossia i lavoratori, i giovani, i gruppi svantaggiati e tutti coloro che stanno cercando un impiego. Nelle città, nei paesi, nelle comunità rurali e nei quartieri europei sono già attive decine di migliaia di progetti FSE, che stanno stimolando l’aumento di competenze, occupazione e qualifiche, al fine di creare una società più inclusiva per tutti i cittadini europei.

Grande attenzione ai giovani
Le misure a favore dell’occupazione attuate dall’FSE intendono far entrare i giovani nel mondo del lavoro, contrastare la disoccupazione di lunga durata, promuovere l’occupazione femminile e aiutare i gruppi più svantaggiati, composti ad esempio da immigrati e persone a rischio povertà, ad accedere al mercato lavorativo. Questi progetti concreti stanno assistendo i giovani nel passaggio dalla scuola al lavoro, grazie al supporto di attività quali stage e tirocini. Sono inoltre disponibili programmi di coaching e corsi di formazione professionale dedicati ai giovani senza qualifiche o scarsamente qualificati. Stando alle previsioni, queste misure dovrebbero fare salire il tasso di occupazione nazionale al 67% entro il 2020.

garanzia giovaniGaranzia giovani
La Garanzia Giovani è il Piano Europeo per la lotta alla disoccupazione dei giovani. Con questo obiettivo sono stati previsti dei finanziamenti per i Paesi Membri con tassi di disoccupazione superiori al 25%, che saranno investiti in politiche attive di orientamento, istruzione e formazione e inserimento al lavoro, per appoggiare giovani che non sono impegnati in un’attività lavorativa, né inseriti in un percorso scolastico o formativo.

Seguendo la linea della Raccomandazione europea del 2013, l’Italia dovrà garantire ai giovani al di sotto dei 30 anni un’offerta qualitativamente valida di lavoro, proseguimento degli studi, apprendistato o tirocinio, entro 4 mesi dall’inizio della disoccupazione o dall’uscita dal sistema d’istruzione formale.

Se hai un’età tra i 15 e i 29 anni, sei residente in Italia – cittadino comunitario o straniero extra UE, regolarmente soggiornante – non impegnato in un’attività lavorativa né inserito in un corso scolastico o formativo, la Garanzia Giovani è un’iniziativa concreta che può aiutarti a entrare nel mondo del lavoro, valorizzando le tue attitudini e il tuo background formativo e professionale.

Programmi, iniziative, servizi informativi, percorsi personalizzati, incentivi: sono queste le misure previste a livello nazionale e regionale per offrire opportunità di orientamento, formazione e inserimento al lavoro, in un’ottica di collaborazione tra tutti gli attori pubblici e privati coinvolti.

Per stabilire in modo opportuno il livello e le caratteristiche dei servizi erogati e aumentarne l’efficacia, si è scelto di introdurre un sistema di profilo che tenga conto della distanza dal mercato del lavoro, in un’ottica di personalizzazione delle azioni erogate: una serie di variabili, territoriali, demografiche, familiari e individuali profilano il giovane permettendo così di regolare la misura dell’azione in suo favore.

 

Lascia un commento

Holler Box

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere la informativa estesa.