Controllo a distanza dei lavoratori dipendenti

Controllo-a-distanza-di-lavoratori-pcI controlli a distanza che vanno ad intaccare la privacy dei lavoratori dipendenti, che tante polemiche hanno creato, si faranno, ma in maniera “rispettosa della privacy”. Quindi, non si potranno installare strumenti di controllo su cellulari e tablet in dotazione ai lavoratori, ma su quegli strumenti ci potranno essere solo “applicazioni finalizzate al lavoro per il quale è stato consegnato”.

Il decreto semplificazioni permetteva il controllo a distanza senza necessità di un accordo sindacale ad hoc. Il datore poteva accedere a dati e conversazioni anche sui dispositivi personali del dipendente, se li usava per lavoro. Il lavoratore sorpreso a usarli per fini non lavorativi rischiava sanzioni disciplinari. Con la nuova normativa le applicazioni finalizzate al controllo sul computer, tablet, smartphone del lavoratore dipendente non potranno essere installate.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere la informativa estesa.