Curriculum vitae europeo: l’unione europea punta alle competenze

Europa_flagTutta la guida alla compilazione del curriculum europeo: CVE parte 1, parte 2, parte 3, parte 4, parte 5, parte 6, cve parte 7, cve parte 8
Questa guida parte da una spiegazione generale del cve, per poi dare consigli pratici su come compilarlo.


Curriculum vitae europeo: l’unione europea punta alle competenze

Le politiche europee in tema di istruzione e formazione a sostegno dell’occupabilità
dei cittadini convergono oggi verso due obiettivi fondamentali:
• promuovere il lifelong learning (l’apprendimento per tutta la durata della
vita) per favorire l’acquisizione di conoscenze e competenze a livello
individuale e per valorizzare pienamente il capitale umano di cui l’Europa
dispone;
• sfruttare appieno le potenzialità offerte dallo sviluppo di una dimensione
europea del mercato del lavoro, dell’istruzione e della formazione.
cvLa mobilità delle persone, intesa sia in senso geografico che professionale, è
al centro di questa concezione e l’Europa è fortemente impegnata a sostenere
questo obiettivo con strategie diversificate.
Malgrado il notevole impegno delle istituzioni comunitarie e le numerose iniziative
intraprese in materia, molti fattori sono ancora in grado di scoraggiare
progetti di vita e di lavoro che contemplino lo spostamento di una persona
in uno o più paesi dell’Unione. Primo fra tutti la difficoltà di valorizzare
pienamente, in un paese diverso da quello di origine, i percorsi formativi e le
competenze professionali maturate da un individuo nel corso della propria
vita.
Per migliorare questa situazione, l’Europa ha ritenuto importante lavorare
alla costruzione di un modello omogeneo di curriculum vitae per l’adozione
di un linguaggio comune utile per cercare un lavoro in tutti gli Stati membri
dell’Unione europea.
Il Curriculum Vitae Europeo promuove una maggiore visibilità delle competenze
che oggi l’Europa ritiene importanti per inserirsi attivamente in un
ambiente lavorativo.
Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali è convinto che tutto questo
contribuisca a migliorare le opportunità dei singoli e della società nel suo
insieme proponendo ai cittadini, ai datori di lavoro e alle istituzioni formative,
elementi dinamici e innovativi da utilizzare al momento della presentazione
delle candidature di lavoro e della loro valutazione.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.